Curarsi all'IRF

riabilitazione avanzata in malattie neurodegenerative, medicina rigenerativa ed antinvecchiamento,
a FIRENZE

La modificazioni epigenetiche sono alla base di molte malattie e ne determinano sia l’insorgenza che il decorso clinico. Per questi motivi l’epigenetica interessa tutti gli ambiti medico specialistici.
L'Istituto, per poter controllare i vari ambiti specialistici, ha organizzato quattro dipartimenti:
  • Dipartimento di Neuro Psico Fisiopatologia e Ottimizzazione Neuro Psico Fisica (NPPO)
  • Dipartimento di Riabilitazione Avanzata
  • Dipartimento di Medicina Rigenerativa e Riparativa
  • Dipartimento di Medicina Anti invecchiamento (Antiaging)

Dipartimento di Neuro Psico Fisiopatologia e Ottimizzazione Neuro Psico Fisica (NPPO)

L’epigenetica studia le modificazioni prodotte nell'organismo dagli innumerevoli fattori ambientali, come ad esempio i nostri stili di vita, l’alimentazione, le sostanze con cui veniamo a contatto, il tipo di attività lavorativa, lo stress cronico. 

Tutte queste modifiche possono indurre un ampio spettro di disturbi e malattie psichiatriche e neurologiche. 

Le più comuni patologie su base epigenetica in ambito neurologico e psichiatrico sono: 
  • malattie indotte da vari tipi di stress,
  • malattie psichiatriche, 
  • patologie neurologiche dello sviluppo,
  • malattie neurodegenerative, in particolare quelle associate all'invecchiamento quali l’Alzheimer, il Parkinson e le demenze senili.
Il Dipartimento di Neuro Psico Fisio Patologia e Ottimizzazione Neuro Psico Fisica dispone di tutte le competenze diagnostiche e terapeutiche per trattare questi disturbi e patologie.
Dipartimento di Medicina Anti invecchiamento (Antiaging)

I processi di invecchiamento sono sostanzialmente condizionati dall'ambiente e dallo stile di vita. 
Questi fattori possono indurre modifiche epigenetiche a livello del comportamento cellulare durante l'invecchiamento. 
Avviene, quindi, un deterioramento dei segnali intra e intercellulari, che porta ad alterazioni di natura immunitaria, endocrina, neuroendocrina o neuronale. 

Il Dipartimento di Medicina Antiaging nasce dalla costante ricerca dell'ottimizzazione dei processi biologici del nostro organismo, grazie agli specifici protocolli terapeutici con tecnologia REAC. 

Questi speciali protocolli hanno già dimostrato scientificamente di poter rallentare e ridurre i processi dell'invecchiamento, sia a livello fisico che neuro psichico. I risultati delle ricerche effettuate dal nostro Dipartimento di Medicina Antiaging sono stati pubblicati sulle più importanti riviste scientifiche del settore.

Dipartimento di Riabilitazione Avanzata

Specialmente in campo neurologico e ortopedico, il percorso riabilitativo è sempre condizionato da fattori epigenetici che possono essere la causa del danno o della malattia o possono subentrare successivamente condizionandone il decorso.

Il Dipartimento di Riabilitazione Avanzata dispone delle necessarie competenze diagnostiche e terapeutiche per affrontare le componenti epigenetiche e favorire, ottimizzandolo, il corretto recupero.

Inoltre, il Dipartimento di Riabilitazione Avanzata può elaborare specifici programmi per i soggetti sani che vogliono recuperare e migliorare le proprie capacità neuromotorie e psicofisiche, in particolare nell'ambito artistico e sportivo.

Dipartimento di Medicina Rigenerativa e Riparativa

Il Dipartimento di Medicina Rigenerativa e Riparativa è costantemente impegnato ad approfondire la ricerca sull'impiego della Tecnologia REAC nell'ambito della medicina riparativa e rigenerativa.

I processi rigenerativi e riparativi spontanei possono essere ostacolati dalle modifiche epigenetiche negative, che condizionano il comportamento dei tessuti alterandone la risposta. 

Lo studio condotto dal nostro Dipartimento si è immediatamente posto agli apici della ricerca scientifica mondiale, come testimoniano le pubblicazioni sulle più importanti riviste scientifiche del settore.
Per ulteriori informazioni chiamare il numero +39 055 290307, scrivere ad info@irf.it o consultare il sito www.irf.it
Share by: